In Gita all’Università di Bolzano: Casi Pratici di Mappatura dei Processi Aziendali

9 Gennaio 2024by admin0

Trasportare il modello consulenziale in ambito accademico

Lunedì 4 dicembre 2023 siamo stati ospiti per il secondo anno consecutivo del Prof. Guido Orzes presso la Facoltà di Ingegneria della Libera Università di Bolzano.

I nostri consulenti Marco Brisotto e Cristian Nani hanno illustrato degli esempi concreti di applicazione della mappatura dei processi aziendali agli studenti del corso di Process & Technology Management.

I consulenti Induvation e il professor Guido Orzes

La lezione, tenutasi in inglese, era suddivisa in tre macro-aree:

  1. Overview sui metodi ed applicativi per la mappatura dei processi con focus sui KPI possibili da ottenere (numero di attività svolte al di fuori del gestionale, sprechi di tempo, attività ridondanti, attività che non creano valore al cliente, inefficienze ed anche migliorie che emergono durante la mappatura). Abbiamo anche spiegato agli studenti come categorizzare, secondo una matrice costo-beneficio, le macro-aree di intervento, per poi dare vita ad un progetto di revisione dei processi ben strutturato e con un chiaro obiettivo da raggiungere.
  1. Order Journey: una rapida panoramica delle fasi e degli applicativi che un ordine del cliente attraversa in azienda prima di essere spedito e consegnato. Una cosa che molto spesso riscontriamo nelle aziende clienti è infatti una “disruption” (separazione netta) tra gli uffici, dovuta al diverso know-how tecnico ed agli applicativi che utilizzano i diversi dipartimenti aziendali (ad esempio, chi gestisce il magazzino tramite WMS ha poca o nulla visibilità sull’area Marketing/Commerciale e sull’utilizzo del CRM).
  1. Caso pratico di mappatura dei processi e del suo valore nella creazione di un capitolato tecnico funzionale. In questo caso abbiamo portato l’esempio di un recente progetto, Cab Log, azienda Italiana leader nella logistica, trasporto e distribuzione, che ha collaborato con noi per la Software Selection di un nuovo TMS. Abbiamo spiegato agli studenti il nostro approccio neutrale ed analitico nella selection del software giusto.

Di seguito alcuni numeri:

  • 11 checklist suddivise per area funzionale per un totale di 500 domande
  • Applicazione della scala MoSCoW per pesare le risposte
  • 30 aziende fornitrici di TMS contattate
  • Analisi combinata di 5 fattori: Innovazione tecnologica, tempi di realizzazione, costi di progetto, ambiente di sistema e specifiche di prodotto, copertura funzionale
  • Analisi dei fattori di rischio

Dare importanza alla scelta del software giusto

Infine, abbiamo spiegato l’importanza di avere un know-how specifico dovuto a Warehouse Logistics, il più grande database dei software per la gestione logistica (WMS, TMS, FGS, RPS) che la nostra azienda, Induvation GmbH, gestisce direttamente.

Scegliere un software utilizzando le sole referenze oggigiorno non è sufficiente. Il mercato offre un numero elevatissimo di soluzioni tecnologiche. La ricerca dell’azienda “giusta” deve seguire un approccio strutturato e deve essere un’occasione unica per snellire ed efficientare i processi in essere.

Da parte nostra, siamo stati molto felici e orgogliosi di aver potuto portare dei casi pratici, relativi all’ambito del management consulting, agli studenti dell’Università di Bolzano. Ci auguriamo che il nostro contributo abbia apportato del valore aggiunto e li abbia fatti sentire un pochino più vicini al mondo del lavoro.

Grazie ancora per l’invito, speriamo di vederci nuovamente molto presto!

#Induvation– Partner del Vostro Successo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *